Pagine

lunedì 20 dicembre 2010

NOTIZIE GENERALI

Finisce l’anno ed anche per Gaglione, presidente della Turris è tempo di fare bilanci: “Penso che abbiamo terminato questo 2010 in positivo” - commenta il patron dei biancorossi - “Continuamo il 2011 come abbiamo terminato quest’anno, sperando che il prossimo sia l’anno della serie C”.
Il bilancio è certamente in positivo per la Turris, anche se la squadra di patron Gaglione avrebbe potuto fare qualcosa in più, nonostante gli ottimi risultati positivi in casa, ottenuti dal tecnico Mandragora, c’è ancora molto da lavorare quando si gioca lontano dal Liguori dove la Turris ha perso molti punti: “Il rammarico è proprio questo, abbiamo perso qualche punto strada facendo, che avremmo potuto benissimo evitare”.
In testa alla classifica c’è l’Ebolitana, poi Casertana e Forza e Coraggio, tutte squadre che eccetto gli uomini di Cioffi, devono affrontare la Turris nel bunker del Liguori:
“Devono ancora venire tutte a Torre del Greco eccetto la Casertana, dove andremo a giocare per la vittoria. Saranno loro, durante girone di ritorno ad aver paura di noi, tanto noi non abbiamo niente da perdere e giocheremo al massimo”.
Ieri il Nola prossima avversaria della Casertana è sceso in campo, e questa è già una notizia vista la precaria situazione societaria che si era venuta a creare nella "città dei gigli". Adesso i bruniani devono ripartire, da mister Muto, già allenatore della juniores, e dai direttori sportivi Cutolo e Di Domenico. Ai nostri microfono c'è il mister della squadra bianconera: "i ragazzi sono da elegiare. Con una squadra creata praticamente in una settimana sono scesi in campo ed hanno dato il meglio di loro.
Non posso rimproverargli nulla. Se riuscivamo a siglare il gol dell' 1 a 1 sarebbe potuta andare addirittura meglio. Vorrei ringraziare il lavoro dei direttori sportivi che ci hanno permesso oggi di scendere in campo. Io sono un mister giovane e la mia squadra è giovane; faremo del nostro meglio ed assicuro a tutti che lotteremo fino alla morte sino all'ultima giornata". Poi la parola passa al ds della società napoletana: "quello che stiamo facendo lo facciamo solo per la città di Nola. Tutti stanno facendo enormi sacrifici per onorare questo Campionato. A Gennaio cercheremo di prendere qualche altro elemento svincolato, in modo da rendere la squadra più competitiva."
E’ un mister Macera sicuramente soddisfatto quello che si presenta ai nostri microfoni. Una partita giocata benissimo nei primi minuti che i siciliani hanno vinto meritando, pur affrontando una squadra creata da una mangiata di giorni ed imbottita di under. Sulla prestazione dei suoi giocatori, il trainer del Mazara non ha dubbi: “Abbiamo sicuramente fatto bene. Una prestazione determinante ed anche ottima dal punto di vista tattico. Primo tempo davvero perfetto; poi c’è venuta un po’ di paura di vincere. Ma per noi il Campionato inizia oggi: con il mercato invernale abbiamo tappato dei buchi che avevamo in Rosa. Adesso ho finalmente una squadra e in queste due settimane avremo tempo per amalgamare il tutto”. Dopo si è soffermato sulla prestazione dei singoli, ed uno dei migliori è stato sicuramente il terzino Caldaruso. Il giocatore, però, è uscito dopo 6 minuti del secondo tempo, chiedendo il cambio dopo uno scontro di gioco. Ovvia la domanda sulle sue condizioni: “Caldaruso aveva già avuto problemi alla gambe – dichiara mister Macera – ed è questo il motivo della sua fasciatura. Penso che abbia avuto solo una contrattura, scongiurando malanni più seri e spero di poterlo recuperare per la trasferta di Torre del Greco. Come giocheremo? Come abbiamo giocato oggi, propositivi ed uscendo dal campo con la testa alta. Questo qui è un girone tostissimo dove se non hai una squadra si perde in casa ed in trasferta contro qualsiasi avversario. Anche io per 4 partite non ho avuto un collettivo ed ho perso tante partite. Ora però sono convinto della forza del gruppo e col nostro spirito di squadra possiamo arrivare lontano. Contro chi dobbiamo lottare per la salvezza? Molte squadre devono lottare contro la crisi economica, come per esempio il Messina. Queste cose hanno falsato il Campionato quindi al giro di boa è difficile fare pronostici sulle possibili retrocessioni. Il Messina – continua Micera – se non si presenterà alla ripresa dopo la sosta ( 5 Gennaio ) sarà la prima squadra a retrocedere. La favorita per la vittoria del Campionato? Penso che la squadra più attrezzata sia la Casertana. Se trovano la giusta continuità possono vincerlo il Campionato, anche se l’Ebolitana è una signora squadra”.
Clima agrodolce negli spogliatoi del Meomartini dove il primo a presentarsi in sala stampa è il mister dell’Ebolitana Andrea Pensabene che commenta così l’incontro: “Concludiamo questo girone d’andata con un buon pareggio, ottenuto contro una buona Forza e Coraggio. Abbiamo assistito oggi ad un bel match, loro sono stati pericolosi ma solo grazie a nostre disattenzioni che hanno permesso ai loro attaccanti di trovarsi davanti al nostro ottimo portiere Ragni. In settimana 3 nostri elementi non si sono allenati al meglio e nonostante ciò oggi hanno disputato un grande incontro stringendo i denti. Certamente ora guardiamo al girone di ritorno con maggiore ottimismo e tranquillità”. Per la Forza e Coraggio invece parla mister Lepore: “ Peccato per questo risultato. Abbiamo creato tantissimo, senza concedere nulla a loro, ma non siamo riusciti a finalizzare. Per questo abbiamo l’amaro in bocca, ma anche la consapevolezza di non esser secondi a nessuno, dopo aver messo in scena quest’ottima gara. Bravi a tutti i ragazzi che hanno dato il 100% oggi e posso affermare che ci impegneremo già da domani per continuare sulla strada intrapresa.” Massimo Taddeo, patron dei sanniti afferma: “Complimenti alla capolista Ebolitana, che certamente con questi arbitraggi riuscirà a vincere il campionato. Se infatti, quella vista oggi è la squadra prima in classifica posso con certezza affermare che Noi possiamo stravincere questo campionato. Dovremmo impegnarci solo a riuscire a siglare qualche rete in più. Voglio concludere facendo i complimenti di cuore alla nostra squadra per come ha interpretato la gara e per essersi mostrata nettamente superiore agli avversari”.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenti soggetti a moderazione degli amministratori.