Pagine

lunedì 22 aprile 2013

Verso CASERTANA - Torre Neapolis

23/aprile 

Dal sito dei torresi
Sarà marchiata a vita come “gara a rischio”. E’ dal 2008 che Casertana e Turris non riescono ad affrontarsi con la presenza delle rispettive tifoserie sugli spalti. Divieto di trasferta sistematico e, ormai, scontato dopo gli incidenti che nel 2008 si registrarono all’esterno dello stadio Liguori. Ebbene nelle ultime determinazioni dell’Osservatorio, Casertana-Turris è finita nell’elenco delle gara a rischio. Insomma l’anticamera del divieto di trasferta per i tifosi corallini. Provvedimento che giunge all’indomani dei due turni di squalifica rimediati dallo stadio di Torre del Greco dopo i fatti di Turris-Torres. La prossima settimana, dunque, l’iter verrà completato con la comunicazione del divieto di trasferta da parte del Casms per i tifosi corallini, così come, del resto, era successo già all’andata ai supporters casertani.
ECCO LE DETERMINAZIONI – Queste le determinazioni dell’Osservatorio del Viminale:
“Gli incontri di calcio “Pozzomaggiore – Torpè”, “A.C.D. Foggia – Ischia Isola Verde”, “Ragusa - A.C.R. Messina”, “Colorno – Lupa Piacenza”, “Praia a Mare - Corigliano”, “Sambenedettese - Isernia”,“Nissa – Licata”, “Virtus Pavullese - Pistoiese”, “Agropoli – Gelbison Cilento Vallo”, “Casertana – Torre Neapolis” e “Orunese – Silanus”, tutti connotati da alti profili di rischio e per i quali non vige il programma “tessera del tifoso”, sono rinviati alle valutazioni del Comitato di Analisi per la Sicurezza delle Manifestazioni


22/aprile
Questa settimana andiamo incontro al big match che di big match non ha più nulla.
Avrebbe avuto un altra storia non se loro avessero vinto contro la Torres ma se noi avessimo vinto col S'Elia e mantenuto il distacco a -3.
Lo so alla fine mi attacchere e direte che il mio è scarso attaccamento alla maglia ma sapete bene che non è così. Però io una cosa la farei. Apparte che credo che adesso che questa gara non cambi nulla nel cammino del campionato di entrambe, non facciano nemmeno venire i torresi a Caserta. Proporrei di restare tutti a casa o fuori ai cancelli.
Loro si sono presi gioco di noi in questo campionato. L'avrebbero dovuto vincere gia qualche giornata fa e invece clamorosamente hanno steccato facendoci infuriare più volte in tutto l'arco di questo maledetto  campionato.
Io la penso così, dopo 20 anni come ho detto più volte in quest'anno voglio che loro, società, dirigenza, presidenza e calciatori diano qualcosa a noi. Hanno gia avuto le loro opportunità per meritare il sostegno degli ultras e tifosi.

ROSSOBLU FINO ALLA FINE... 

16 commenti:

  1. FRANCO!! CONCORDO CON TE. IO PERSONALMENTE RESTO A CASA SINCERAMENTE ANDARE A VEDERE LA PARTITA DELLA PASTETTA (PAREGGIO ANNUNCIATO) MI RISPIARMIO UN POMERIGGIO DI AMAREZZE. TANTO, COME HO ESPRESSO PIù VOLTE, LA SOCIETà HA RAGGIUNTO IL SUO OBBIETTIVO STAGIONALE (PERMANENZA IN SERIE D, PENSIERO ESPRESSO SIA AI MICROFONI CHE IN SEDE DI RIUNIONE CON IL SINDACO).....PURTROPPO CHI RESTA DELUSO X L'ENNESIMO ANNO SIAMO SOLO NOI MALATI DI QUESTI COLORI E MALATI X LA NOSTRA CITTà. TANTO SI è CAPITO PALESEMENTE CHE LA SOCIETà NON VOLEVA SALIRE VISTI I TONFI INCREDIBILI AL PINTO. QUINDI TONFO X TONFO, DELUSIONE X DELUSIONE DOMENICA CI SARANNO SOLO LORO E QUEI 4 PAPPONI A VEDERSELA LA GARA.
    FORZA CASERTANA E FORZA JUVECASERTA

    RispondiElimina
  2. Di solito questi scontri fra "deluse" finisce sempre con una goleada.
    Sul pareggio non ci scommetterei, ma sull'over 2,5 sicuramente.

    RispondiElimina
  3. Cara società, cari assessori allo sport della città di Caserta noi non chiediamo la serie A come la stanno chiedendo a Salerno, ma una misera seconda divisione che manca da diversi anni e così difficile? Dai dopo tante mortificazioni ci regalate palcoscenici diversi?
    Tutti si sono dimenticati di noi e questo non lo sopporto.
    Allora facciamo i seri e onoriamo la Casertana !!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Il Barracuda di Rione Cappiello22 aprile 2013 22:58

    Notizia dell'ultima ora:
    ma adesso i "SenzaProvincia" sono anche "SenzaPresidente"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è dimesso pure Squillante.
      A questi l'imbattibilità aveva dato alla testa: in un mese hanno perso imbattibilità, campionato, secondo posto, presidente ed allenatore.

      Elimina
    2. E mo perdono pur i pall...

      Elimina
    3. Luca * malato rossoblu23 aprile 2013 07:11

      Da casertano, primo sostenitore della Magica, e primo nemico degli amici dei senza provincia, come li definisce simpaticamente qualcuno, dico che mi dispiace, sinceramente (Lazzaro Luce fa i giochetti col Comune di SMWC, come Spezzaferri li faceva col Comune di Aversa)?
      Sempre da casertano, auspico con tutto il cuore, ben altre dimissioni:
      Paola Raffaella David FUORI DAI COGLIONI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      Caserta NON TI VUOLE PIÙ!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  5. Perso il campionato, il nostro obiettivo quale rimane? L'avanzata nei playoff?
    Allora queste ultime due partite le dobbiamo perdere, e farci scavalcare da Turris e Sarnese.
    Così, da quarta classificata, le partite le disputeremo tutte in trasferta.
    È l'unica strategia da seguire per una squadra i cui calciatori, quest'anno, hanno dimostrato la seguente attitudine:
    FUORI DEI LEONI
    IN CASA DEI COGLIONI
    (riporto lo slogan di Franco. Semplice, ma efficace).

    RispondiElimina
  6. Comunque sempre e solo forza napoli, casertana e juvecaserta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sangue RossoBlu23 aprile 2013 11:00

      Certo, soprattutto forza napoli.

      Riguardo alla provocazione di Stefanix... beh, non è una cattiva idea.
      Infatti l'anno scorso andammo ad Ischia per schiantarli 0-4.

      Elimina
    2. Napoli Merda e Forza Casertana!!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  7. Una piccola precisazione volta a quanti su questo blog continuano a sparare sentenze/stronzate senza capo ne coda della serie:..so tutto io! Aldilà del fatto che parlare di cose del tipo "non volevano vincere il campionato", "si sono vendute le partite (inteso come società..)" ecc. fa francamente ridere e dimostra un volta in più la totale ridicolaggine e dilettantismo di tanti pseudo-tifosi rossoblù ai quali, aggiungerei, i baby-ultras che ancora parlano di smcv come se fosse quest'ultima motivo di rivalità e non, come invece deve essere, argomento da cancellare totalmente in quanto inesistente. In ultimo permettetemi di rivolgere una considerazionea finale all'esperto di passione Pietro che nel primo intervento sopra ha tacciato di "papponi" coloro, fra i quali il sottoscritto, domenica sarà allo stadio pinto...Come dovrei risponderti? meriti attenzione? Davvero credi di essere un vero tifoso ragionando a modo tuo mentre invece coloro che da anni MAI hanno abbandonato la fede nella Casertana, restando sempre PRESENTi per amore della maglia e questo, A PRESCINDERE, da chi fosse il presidente, i giocatori, nella gioia (poca..) ma soprtutto nbelle difficoltà siano ora da definirsi PAPPONI??? Mi appare evidente che i primi caldi stiano dando allatesta qualcuno o forse la testa questi ultimi non l'hanno mai avuta per davvero per meritasi l'appellativo di tifosi dei FALCHETTI...E sinceramente sono orgoglioso di essere diverso da te/voi. La CASERTANA, contro tutto e tutti, SI AMA...a prescindere!!! Poi se il carro dei vincitori rimane sempre pronto ad imbarcare gli approfittatori che girano dalle parti del pinto, beh, questa è un altra storia.....

    RispondiElimina
  8. Luca * malato rossoblu23 aprile 2013 13:08

    Gladiator e Casertana non sono in rivalità? Adesso cancelliamo una rivalità ottantennale perché militiamo entrambe in serie D?
    Quindi anche l'anno scorso era decaduta anche la rivalità col salerno calcio?
    Ed anche un paio d'anni fa era decaduto il gemellaggio con l'Avellino?
    O semplicemente perché negli anni '80 non ci prendevamo a mazzate come contro i pisciaiuoli?
    Che poi non ci soffermi, è logico. È stato fatto un commento sulla situazione attuale.
    Tanti saluti dal baby ultra (purtroppo più over che baby).
    Pensa piuttosto a firmarti (sempre che tu sia convinto del tuo pensiero).

    RispondiElimina
  9. اندي كاب23 aprile 2013 13:17

    Io voglio capire tutto e tutti vista la situazione
    ma signori miei qui va fatta una disamina accurata della questione... io al momento la vedo in questo modo:
    ormai quel che è fatto è fatto... guardiamo con scetticismo ai play off ma se nell'arco del campionato non l'abbiamo lasciata sola è giusto e soprattutto coerente che non la si lasci sola fino alla fine.
    Poi l'anno prossimo se come si presume sarà ancora serie D si faranno altre valutazioni.
    Ad inizio di questo campionato il sottoscritto aveva più di una volta proposto (sul gruppo forza casertana da cui mi sono cancellato) quando il gestore s'era capito che rimaneva di disertare a prescindere dalla squadra vincente o meno...ma poichè la fede è più forte delle delusioni e delle amarezze si è ingoiato un altro boccone amaro.
    Caserta ha già dimostrato che se vuole... è stato fatto dopo la retrocessione della serie D all'eccellenza si disertò per l'intero anno
    BEH PER ME L'ANNO PROSSIMO E' COME SE FOSSIMO RETROCESSI e quindi si dovrebbe prendere in considerazione di disertare, non per mancanza di stimoli, che in un modo o nell'atro li si trova sempre, ma per dare un segnale a tutto l'ambiente e cioè che delle tarantelle ne abbiamo le palle strapiene. Come ho scritto da tifosi bisogna sempre restare vigili, ma non possono pretendere il nostro sostegno incondizionato quando i primi errori sono quelli che hanno maturato Pannone ed Accardi.
    So da subito che qualcuno non sarà d'accordo ma certi ragionamenti vanno fatti per dare un segnale a tutto l'ambiente e comunque possono anche essere posti dei paletti... l'ultras non scende a compromessi ma dopo 20 anni di merda qualcosa ci si deve pur inventare!

    RispondiElimina
  10. Ma quanti discorsi contrastanti.
    La fede è una cosa seria, ma qui si sta parlando come partitocrazia.
    Allora secondo voi un commerciante, se va, va, se non va, tipo una mattina si sveglia, dice: "Oggi non vado". Resta a casa, ma poi chi paga le conseguenze è la moglie, mica lo Stato che quel giorno non prende l'Iva.
    È la stessa cosa col calcio, solo che il tifo è diverso, c'è una sottile differenza con l'essere ultra.
    Io mica vado a seguire la mia squadra, così, col senno di poi. Intanto il biglietto l'ho fatto. Poi, vince o perde, mica se viene s piovere l'ho deciso io.
    È come andare a Roma e devi scegliere se sentire la Messa in una parrocchia, o dal Papa a piazza San Pietro.
    È così che ragiona il tifoso vero, non occssionale.
    È così che faccio io, e dovrebbero fare anche quei tifosi che hanno le idee ancora un po' confuse.
    Se no poi arriviamo in estate e ci rivediamo di nuovo tutti sotto al Comune.

    RispondiElimina
  11. CASAPULLAROSSOBLU23 aprile 2013 16:53

    Per un progetto serio e ambizioso Calcio e politica devono "collaborare". Lombardi deve essere supportato dalla politica (es.concessione campo di allenamento, strutture ecc.)perchè purtroppo non è ne Moratti ne Berlusconi! Ha bisogno di essere sostenuto e non ostacolato.

    RispondiElimina

Commenti soggetti a moderazione degli amministratori.