Pagine

domenica 7 aprile 2013

SINTESI DAL FRONTE SASSARESE (clikka qui x leggere tutto)

Pari e patta tra Torres e Casertana

Pareggio a reti inviolate tra Torres e Casertana nella supersfida della 30° giornata del campionato di Serie D.
Risultato sostanzialmente giusto per una partita che ha visto gli ospiti dominare la prima frazione di gioco ma subire il ritorno dei padroni di casa nei secondi 45 minuti.
Tante le occasioni da gol costruite e sprecate da entrambe le parti.
Ne approfitta la Turris che vince a Budoni e si attesta al secondo posto a meno due dai rossoblù.

La Partita. Spalti praticamente esauriti al Vanni Sanna per Torres-Casertana. La città ha risposto presente all’appello della società e il pubblico ha assiepato i vecchi gradoni dell’Acquedotto come non si vedeva da tempo. Circa 4500, forse più, gli spettatori, con buona presenza anche della tifoseria ospite, circa 150 unità in Curva Sud. Splendido il colpo d’occhio della Nord tornata finalmente a colorarsi di rossoblù con numerosissime bandiere e sciarpe.
Prima del fischio d’inizio il pensiero dei presenti si rivolge al più grande bomber nella storia della Torres, Marzio Lepri, scomparso la scorsa Domenica, all’età di 82 anni, nella sua casa di Sassari. Si osserva un minuto di silenzio, i rossoblù giocano con lutto al braccio, la Nuova Guardia espone uno striscione “Capitano di un’era che non c’è più. Ciao Marzio, bandiera rossoblù”.
La parola passa al campo. Mister Bacci schiera Secchi in porta, Accardo, Idda, De Carlo e Masala, che vince il ballottaggio con Madeddu, in difesa. A centrocampo il tecnico rossoblù preferisce Angheleddu a Manzini, che si accomoda in panchina, con Bisogno, Lisai e Migoni a completare il reparto. In attacco Meloni è supportato da Nuvoli. La Casertana risponde con modulo speculare e Longobardi tra i pali, Cirillo, Ruscio, Esposito e Scognamiglio in difesa, Ruscio, Chiavazzo, Varsi e Alvino a centrocampo con Ancione alle spalle della punta Palumbo.
Il primo tempo è decisamente di marca casertana, con la Torres impegnata prevalentemente a difendersi e tentare di ripartire. Gli ospiti si riversano fin da subito nella metà campo torresina e si rendono pericolosi all’8’ con un tiro dalla distanza di Varsi: Secchi è attento. Al 13’ Palumbo si smarca in area e a tu per tu con Secchi calcia a rete: l’estremo difensore torresino compie un mezzo miracolo e devia in angolo. Sugli sviluppi del corner conclusione di Varsi da posizione defilata, Secchi blocca. Al quarto d’ora ancora gran conclusione di Varsi e splendida risposta di Secchi che devia sopra la traversa. Dal corner scaturisce una nuova occasione per gli ospiti: conclusione a rete di Varsi e deviazione sotto porta di Palumbo che colpisce la traversa. Al 23’ altra parata salva risultato di Secchi.
La Torres si fa vedere dalle parti di Longobardi solo nei minuti finali. E’ il 39’ e Madeddu ci prova da fuori area: alto. Nel recupero doppia occasione per la Torres. Al 45’ Migoni smarca Meloni in area, l’attaccante rossoblù, solo davanti al portiere, ha tutto il tempo di addomesticare il pallone e prendere la mira, ma spedisce clamorosamente al lato. Passa un minuto e Nuvoli calcia fortissimo dalla distanza con il pallone che sfiora l’incrocio dei pali.
Il secondo tempo è però tutta un’altra musica. Le parti si invertono, ora è la Torres a condurre il gioco e la Casertana a difendersi con unghie e denti. Al 50’ il cross da punizione di Angheleddu viene solo sfiorato dalla testa di Lisai. Passano due minuti è Meloni appoggia in area per Lisai, l’esterno rossoblù dribbla un difensore e conclude a giro: fuori misura. Al 53’ altro tentativo di Lisai che questa volta calcia meglio e impegna severamente Longobardi. La Casertana risponde con un velleitario tentativo dalla distanza di Palumbo che trova Secchi attento. Al 72’ ci prova Nuvoli con una gran botta dal limite dell’area: fuori di pochissimo. Al 75’ seconda traversa della Casertana: Palumbo, smarcatosi in area, tenta il pallonetto sull’uscita di Secchi ma colpisce il legno. Al 79’ altra grande parata di Secchi su conclusione ravvicinata in area. Al 35’ tentativo di Idda da punizione: di poco alta. Nei minuti di recupero rischio per la Torres: De Carlo si immola e respinge un tiro ravvicinato di Scognamiglio. E’ l’ultima azione del match.
Risultato sostanzialmente giusto per quanto visto in campo e che consente alla Torres di mantenere la vetta della classifica con due punti di vantaggio sulla Turris, ora seconda grazie alla vittoria per 2 a 1 sul Budoni. La Casertana scende invece al terzo posto ma mantiene invariata la distanza dalla capolista. Prossimo impegno per De Carlo e compagni, in trasferta, lo scontro diretto con la Turris.
Mister Bacci: «Casertana squadra forte, risultato soddisfacente»
Nel dopo partita di Torres-Casertana mister Bacci non svela cosa ha detto alla squadra nell’intervallo che ha portato al netto cambio di atteggiamento in campo, ma riconosce la forza dell’avversario «La Casertana è un’ottima squadra, probabilmente la più forte contro cui abbiamo giocato fin’ora e per questo bisogna essere soddisfatti del risultato». Domenica prossima in trasferta contro la Turris seconda in classifica non sarà facile «Sarà una battaglia – continua il tecnico rossoblù – ma siamo consapevoli di ciò che ci stiamo giocando e andremo li preparati»

21 commenti:

  1. Frecciarossa-blu7 aprile 2013 23:06

    Tanto per cambiare, la Turris, come l'Ebolitana 2 anni fa, e come il Martina l'anno scorso, segna il gol vittoria al 95'.

    RispondiElimina
  2. Crediamoci !!! E vi ricordo ke il 28 c'è CASERTANA-turris... Un saluto da brescia. Forza ragazzi!!!

    RispondiElimina
  3. È una cosa che di solito evito di fare, ma a questo punto è inevitabile:
    GUARDARE LA CLASSIFICA E FARE CALCOLI.
    Dunque, da qui alla fine, Torres, Turris e Casertana, le vinceranno tutte.
    Quindi, la vincitrice del torneo la si determinerà dagli ultimi scontri diretti:

    Torres-Casertana (0-0)
    Turris-Torres (domenica prossima)
    Casertana-Turris (penultima giornata)

    A questo punto spero che domenica prossima la Turris vinca contro la Torres, così noi vinciamo contro l'ultima in classifica e torniamo al secondo posto;
    e poi nella 33' giornata risuperiamo la Turris nello scontro diretto.

    RispondiElimina
  4. Il problema rimane sempre la Sef Torres.
    Seguendo la tua previsione, se da qui alla fine noi le vinciamo tutte, ed anche la Torres le vince tutte perdendo solo lo scontro diretto con la Turris, arriviamo a fine campionato a pari merito al primo posto a 67 punti.
    Purtroppo non è previsto alcuno spareggio promozione, ma verrà promossa la Torres, perché si considererà la classifica avulsa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa, ma sei sicuro?
      Ma l'anno scorso non fecero lo spareggio promozione Sarnese e Martina? Mi ricordo che i playoff iniziarono con la Sarnese che aveva perso lo spareggio contro il Martina.

      Elimina
    2. Ricordi bene... ma non benissimo.
      L'anno scorso la partita "spareggio" Martina-Sarnese coincise casualmente con l'ultima giornata di campionato.

      Elimina
  5. Ragazzi è inutile fare calcoli, noi le dobbiamo vincere tutte e sperare nei passi falsi delle altre.

    RispondiElimina
  6. Pochi calcoli da fare: da qui alla fine noi 4 vittorie, la turris 3 vittorie e 1 sconfitta (con noi) e la torres DEVE fare 2 vittorie, una sconfitta (con la turris ed almeno un pari...così vinciamo noi! E difficile ma non impossibil e quindi...ARRENDERSI...MAI!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Se si arriva a pari punti si fa lo spareggio.ma la torres nn la guardate piu ke per me arrivera ake dietro la sarnese.ce la giocamo con la torre neapolis.una cosa e certa siamo nettamente piu forti di tutte ste squadre.

    RispondiElimina
  8. Attualmente, noi siamo la squadra più forte e più in forma del campionato (paghiamo purtroppo un inizio di stagione mediocre).
    La Torres, invece, è chiaramente spompata: ha finito la benzina. Però le prossime partite le gioca contro Isola Liri, Nola e Civitavecchia (squadre che purtroppo non hanno più nulla da chiedere in campionato, e se vanno sotto di un gol, non se ne fregano niente di pareggiare).
    Comunque SPERIAMO!

    RispondiElimina
  9. O sul campo o ripescati..........Noi Pretendiamo la Lega Pro !!!!!!!

    RispondiElimina
  10. la torres non arriva neanke quarta sono una band e sciem.lisai meloni carboni ki kazz so? stanno primi e non lo sanno neanke e se arrivassimo allo spareggio con loro i skiattamm pure se giochiamo sull asfalto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se si arriva pari non si vince un cazzo x la classifica avulsa 4 punti a 1

      Elimina
  11. con la torres se arriva a pari punti e poi e difficile che arriviamo a pari punti anke con la turris

    RispondiElimina
  12. redblue fighter8 aprile 2013 23:31

    allora, mettiamo in chiaro una volta per tutte questo regolamento:
    l'arrivo a pari punti prevede una gara di spareggio in campo neutro con eventuali supplementari e rigori.
    Se la Turris batte la Torres e noi le vinciamo tutte abbiamo la certezza almeno dello spareggio con i sardi, ammesso che oltre che perdere a Torre le vincano tutte.
    Nola e Civitavecchia sono in lotta per non retrocedere e per accedere ai playout, e secondo me sono partite tutt'altro che facili per la mediocre Torres vista ieri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io so per certo che la classifica avulsa vale per le posizioni play-off.
      Per la prima posizione non so se vale la stessa regola, oppure è previsto il pareggio.
      Comunque, non fasciamoci la testa prima di averla rotta; dubito che tutti i nostri "calcoli" si realizzino (mancano ancora 4 partite, e TUTTO può accadere).
      Ma solo per curiosità: qual è la tua fonte?

      Elimina
  13. la torres, la turris, ma pensiamo a vincere le nostre e poi faremo i conti

    RispondiElimina
  14. la nostra rovina e' PALUMBO! era lui il vincente? ma fatemi il piacere, forse e' quello che ci sta vendendo!

    RispondiElimina
  15. Colonna rossoblu9 aprile 2013 13:28

    Niente, la verità è che NOI dovevamo vincere a Sassari, e la Turris non doveva vincere al 95'.
    Adessio dobbiamo VERAMENTE vincerle TUTTE (PER DAVVERO, SENZA FALSI PROCLAMI).
    Se davvero Palumbo & co. volevano pareggiare a Sassari (perché un pareggio in casa della prima in classifica, forte o meno che sia, ci può stare) e non essere costretti ad inseguire fino alla fine, la prossima volta si davano una svegliata prima.
    Comunque, noi tifosi NON MOLLIAMO MAI!

    RispondiElimina
  16. PALUMBO COME ASTARITA! MERDE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tu da Eboli vieni a rompere le palle qui?
      FORZA PALUMBOOOOOOOGOOOOOL

      Elimina

Commenti soggetti a moderazione degli amministratori.