Pagine

martedì 10 luglio 2012

Facciamo il punto della situazione by Alexander

Amici rossoblù in questi giorni, complice la confusione da parte degli attori principali, si è sviluppata una sorte di zizzania o, per chiamarla con più garbo, una confusione di interpretazioni e valutazioni da parte di tanti tifosi che ha reso ancora più complicata la visione della realtà, al punto tale da diventare un fattore in seno alla trattativa. Premetto che la realtà della trattativa, ovvero i punti salienti dove si sono verificati gli intoppi, non verranno mai messi a nostra conoscenza, perchè riguardano accordi che per forza di cose non possono essere resi pubblici. Tuttalpiù stasera l'intervento contemporaneo del presidente Verazzo e del Sindaco Del Gaudio, alla trasmissione calcisticamente parlando, ha chiarito parte della questione. In merito a quanto da loro riferito e, come detto, ai commenti di alcuni tifosi è doveroso fare delle osservazioni e precisazioni:
1- Il presidente Verazzo ha dichiarato che cede la Casertana gratis, che trodotto nel suo linguaggio vuol dire che chi subentrà dovrà comprire un buco di 70.000 euro della sua gestione e dovrà farsi carico di 106.000 euro di debiti pregressi, relativi alle gestioni societarie passate (a tal proposito il sindaco da commercialista ha precisato che la predetta somma sarà suscettibile di ridimensionamento poichè ci sono importi che non saranno rivendicati, ad esempio corresponsioni in nero ad alcuni calciatori che saranno costretti a rinunciare,  pena la radiazione). Verazzo quindi cede per 70.000 euro e non è disposto a coprire i debiti fatti da altri, soprattutto in virtù del fatto che la società andrebbe bella bella nelle mani di chi lo vuole scalzare senza coinvolgerlo. Ragionamento che non fa una grinza, ma non dica che è gratis! E non pretenda che gli altri acquistino a scatola chiusa come ha fatto lui due anni fa! Gli acquirenti dalla loro parte ovviamente sono pronti a coprire il buco di 70.000 euro, ma non vogliono ereditare i debiti, anche perchè non è mai da escludere lo sbocciare di nuovi creditori una volta insediata una nuova società sana. Anche loro non hanno tutti i torti! Quindi di certo stasera la soluzione non si è trovata, inoltre ho notato una voglia velata da parte di Verazzo di voler essere coinvolto nel progetto, l'ha detto subito dopo aver risposto che non voleva più fare calcio, ha aggiunto: "se mi vogliono dare l'1 per cento" (modo di dire). Possiamo augurarci però che si sia ottenuto un altro risultato fondamentale, ovvero che il confronto diretto in radio potrebbe aver portato il sindaco a rivedere la sua posizione ed a coinvolgere Verazzo nel progetto. Perchè Verazzo sarà pure quello che sarà, ma l'ha capito subito di non essere ben visto dal sindaco. Possiamo aggiungere anche che è stato poco fortunato ed intuitivo, perchè in sede di campagna elettorale ha appoggiato il candidato sindaco perdente, cosa poco gradita da Del Gaudio che infatti ha precisato che lui non si è servito del Pinto per farsi propaganda aggiungendo con orgoglio di aver anche battuto chi ha usato questo veicolo pubblicitario. Quindi caro Verazzo ti sei schierato dalla parte sbagliata e poi pretendevi da Del Gaudio appoggio incondizionato, col rischio che alle prossime elezioni gli muovevi contro anche 10.000 tifosi che calcavano gli spalti del pinto in una serie C, che lui stesso ti aveva agevolato. Quindi speriamo che le parti si siano avvicinate e che decidano di intraprendere una delle tre soluzioni. La prima: Verazzo veste i panni del fesso e copre i debiti fatti dai suoi predecessori. La seconda: entra in società con le quote a copertura dei debiti e partecipa al business. La terza: esce di scena Verazzo ed in qualche modo gli fanno recuperare i soldi coi quali garantirà la copertura.
2 - Molti continuano a dire che Pascarella e di Vico non hanno soldi, ma sapete gli incarichi che vorrebbero rivestire queste persone? Sapete gli altri componenti che porterebbero loro? O valutate solo la loro "potenza economica" perchè di certo non hanno detto che sarebbero stati i maggiori azionisti! La garanzia del progetto sarebbe comunque stato(o sarà) Bizzarro. Attenzione non mi sto schierando con loro, ma non siamo a conoscenza di elementi tali da poter dire la cordata Pascarella-Di Vico non ha soldi, che poi ripeto sono i due portavoce di una cordata.
3 - Bizzarro ha avuto un atteggiamento sbagliato? Perchè? Ha messo sul tavolo il suo contributo, campo, mensa, trasferte, pulman, allenatore ecc. ecc. pari ad un esborso superiore a 200.000 euro, non sono soldi liquidi? Quando ha capito che stavano facendo solo chiacchiere si è tirato fuori, lasciando tuttavia la porta socchiusa, che doveva fare continuare a fare sali e scendi da Parma per vedere la tarantella Casertana in onda? Vuole la gestione tecnica? Ben venga ha dimostrato di esserne capace, perchè ricordatevi che oltre ai soldi ci vogliono le capacità! Ed è pure sbagliato dire che è venuto al Pinto a prenderci in giro, lui lo diceva che nulla era fatto ed aspettava l'apoggio politico che non c'è stato, ma noi tifosi innamorati non sentivamo, guardavamo gli spalti del Pinto che ci apparivano pieni;
4 - Ed ultimo punto, atteggiamento sbagliatissimo da parte di alcuni tifosi intervenuti sotto al Comune, poca coerenza verso Verazzo che per colpa o per dolo ha commesso svariati errori in due anni di gestione, tali da farci capire che non è lui il Presidente della rinascita, dobbiamo ancora soffrire e... crescere di mentalità.  
Saluti e speriamo bene!!!

Alexander

3 commenti:

  1. Colonna rossoblu10 luglio 2012 09:29

    Dici giusto, Alexander, ma la contestazione, o presunta tale di ieri sotto al Comune (c'ero anche io, ma forse mi sono perso un pezzo) nei confronti di Verazzo, a cosa è dovuta?
    Il quadro che hai delineato tu è corretto sotto certi punti di vista, ma considera che la verità (siamo convinti poi che sia la verità?) la si è appresa solo dopo mesi e mesi di trattative, e solo in serata nella trasmissione radiofonica di Gazzillo.
    Bizzarro, poi, secondo me, ha sbagliato tanto. È facile dire: "Se mi aveste fatto fare l'area tecnica, vi avrei donato 300.000 euro di beni materiali". Non dimentichiamo che questo signore fa questi discorsi di comprare part-time la Casertana, l'ha fatto 2 anni fa, l'ha ripetuto quest'anno: peccato che quando si trattava di comprare la salernitana, voleva comprarsela per intero.

    RispondiElimina
  2. Alexa'...ma famm' o piacer....
    Antonio ( Caserta_1908)

    RispondiElimina
  3. Gran bel postone, Alexander.
    Ne avevi di "rubrichette del lunedì" in arretrato.

    RispondiElimina

Commenti soggetti a moderazione degli amministratori.