Pagine

lunedì 21 novembre 2011

Ufficiale: Giovanni Ferraro nuovo allenatore della Casertana (clikka qui x leggere tutto)




Il cambio: da oggi 21 novembre 2011 Vincenzo Feola non è più l'allenatore della Casertana. La guida della squadra passerà nelle mani di mister Giovanni Ferraro.

Staff Feola: insieme a mister Vincenzo Feola, lasciano l'organico anche il suo vice Pasquale Suppa, il preparatore atletico Vincenzo Ascione e il preparatore dei portieri Enrico Limone.

Giovanni Ferraro: è un giovane allenatore, noto per essere stato l'artefice della stagione dei record del Vico, soprannominato poi, con un sottile gioco di parole, il "Vico dei miracoli".
Stagione 2006/2007: dopo la lunghissima carriera agonistica in veste di calciatore, ecco la prima esperienza alla guida di una squadra: il Vico Equense.
Stagione 2007/2008: confermato in panchina, stravince il campionato di Eccellenza, e in più chiude l'anno con la conquista della Supercoppa di Eccellenza.
Stagione 2008/2009: al suo primo anno in serie D, ha chiuso il campionato al secondo posto alle spalle della corazzata Siracusa di Cosimo Sarli e Vincenzo Cosa e ha guadagnato la finale play off (persa contro la corazzata Nocerina); viene comunque ripescato in Seconda Divisione.
Stagione 2009/2010: guida per tutta la stagione il Vico in Lega Pro, ma alla fine arriva 17' e quindi retrocesso. Giovanni Ferraro resta uno dei pochi allenatori campani di categoria in possesso del patentino per allenare tra i Professionisti.
Stagione 2010/2011: dimostra di poter prendere le squadre in situazioni di emergenza. Infatti in questa stagione fu chiamato in corso d'opera alla guida di un Pomigliano in netta difficoltà, portandolo tuttavia a ridosso della Lega Pro, chiudendo al 2' posto dietro l'Arzanese, ed accedendo alla fase finale dey play-off..


Comunicato ufficiale Casertana: La Casertana F.C. comunica che è stata indetta una conferenza stampa che si terrà alle ore 13.00 di martedi 22 novembre 2011 allo Stadio “Pinto”, alla quale sono invitati ad intervenire tutti gli organi di informazione.

La città: noi tifosi ci teniamo a ringraziare vivamente mister Feola ed il suo staff per l'impegno, per la serietà e per l'attaccamento alla maglia dimostrataci in questi mesi. Feola e Suppa falchetti per tutta la vita.
Allo stesso tempo, diamo il più sincero benvenuto al nuovo mister Ferraro, promettendogli tutto il nostro sostegno, con la speranza che, insieme, raggiungiamo gli obiettivi di un campionato ad altissio livello. In bocca al lupo!!!

Emiliano

17 commenti:

  1. Sergio *falchetto 100%*21 novembre 2011 18:08

    Mi dispiace per Feola, che è un buon allenatore, e da un punto di vista umano è una bravissima persona.
    Però per vincere un campionato di serie D ci vuole uno con le palle che va dal presidente e gli dice: "Lo vuoi vincere il campionato? Devi comprarmi Questo, Questo e Questo"!
    E che vada dalla squadra e faccia capire che chi non suda sangue ogni partita lo sbatte fuori dalla rosa a calci.

    RispondiElimina
  2. prendere questo giovanni ferraro e un suicidio calcistico abbiamo fatto la stessa fine del anno scorso cn grassadonia nn lo capite ke ci vogliono i giocatori x vincere io mi tenevo feola anziche a andar a prendere un allenatore sconosciuto

    RispondiElimina
  3. sinceramente ci poteva stare l'esonero di feola...alla fine fuori casa non siamo mai andati bene!!!
    Cero che al suo posto,come dicono tutto,doveva essere preso uno sperto con le palle ed abituato....invece è stato preso ferraro che ha da claciatore una carriera inferiore a quella di feola....da allenatore una carriera uguale a feola(breve e senza ancora ne grandi successi ne grandi piazze allenate).....sinceramente è una scelta che non condivido
    1)perchè non avrei mandato via feola..non dimentichiamoci che la squadra è stata costruita a sua immagine e somiglianza.
    2)perchè al posto di feola abbiamo preso uno uguale a lui senza esperienze vincenti.....
    Soeri di sbagliare ma come al solito sarà un altro mediocre campionato di serie D....mentre i pisciaiuoli se ne usciranno subito e torneranno a volare immediatamente....Lorenzo

    RispondiElimina
  4. Certo che fate venire il latte alle ginocchia. L'entusiasmo lo. Da che mondo (del calcio) è mondo, il cambio di allenatore serve per dare uno scossone psicologico alla squadra. Mandragora non è tanto diverso o più bravo del suo predecessore, eppure l'Ischia ha fatto un partitone sabato, e continuerà con questi ritmi per tutta la stagione.
    E poi perchè dite che è uno sconosciuto? Anche Cioffi non era nessuno quando ha ottenuto la prima promozione. Capiterà anche a Ferraro; speriamo quest'anno con noi.

    RispondiElimina
  5. D'accordissimo con Luca.
    Feola ha avuto la sua opportunità. Giustissimo provare con un altro. Meglio ora che ancora niente è perduto (a parte la Coppa Italia).
    Ferraro non ha un curriculum decennale (però interessante), ma certo non è uno sconosciuto. Guardate che Capello o Guardiola non vengono in serie D.

    RispondiElimina
  6. Anche a me dispiace per Feola, ma tra un allenatore che l'anno scorso nel girone H è arrivato al 7' posto con 44 punti, e tra uno che è arrivato 2' con 69 punti, preferisco quest'ultimo.
    Poi vediamo e speriamo. Nel frattempo, faccio un plauso alla società che ha preso la decisione giusta al momento giusto.

    RispondiElimina
  7. Cio che conta, a mio parere, è che in questo amaro momento e con tutti questi cambiamenti (giusti o meno che siano ma si spera prolifici anche se l'anno scorso non fu una buona scelta quella dell'aver sostituito cioffi con grassadonia..)tocchi a noi tifosi il compito di stringerci al fianco dei nostri colori per cercare di rimediare e continuare a stare in alto perchè non tutto è perduto: anzi!!! Resto sempre dell'opinione che la CASERTANA aldilà degli uomini che la compongono, siano essi calciatori o dirigenti, LA SI AMA A QUALUNQUE COSTO E FINO ALLA FINE....Altrimenti è inutile ritenersi tifosi di una squadra.....CON IL FALCO IN FONDO AL CUORE!!!
    OLD FB 1981

    RispondiElimina
  8. cioffi nn era nessuno e ha portato il sorrento dalla d alla c1 luca documentati prima di parlare

    RispondiElimina
  9. @ giovanni:
    Infatti io ho scritto: "Anche Cioffi non era nessuno quando ha ottenuto la prima promozione".
    Significa che nessuno nasce imparato, tutti fanno la propria gavetta, e alla fine quando vinci esci dall'anonimato. Speriamo che tocchi anche a Ferraro vincere un campionato di serie D.
    Giovanni, connetti il cervello prima di parlare

    RispondiElimina
  10. cioffi non è nessuno anche dopo che ha vinto 2 campionati, con la squadra che aveva l'anno scorso doveva vincere tutte le partite, invece dava la colpa al terreno di gioco, alla preparazione ecc. ecc. poi quest'anno sappiamo che fine ha fatto.

    RispondiElimina
  11. vinceremo sicuramente il campionato ahahahahah.....speriamo per l'anno prossimo

    RispondiElimina
  12. ........Lasciamolo lavorare.....tanto chiù ner ra mezzanotte nun po venì!!!

    RispondiElimina
  13. NON CRITIKIAMO SEMPRE.....ORA TOCCA A NOI STRINGERCI E SOSTENERE A PIU NN POSSO!!!!ALLA FINE A CASERTAN E A VITA NOSTR....DIMOSTRIAMOLO SEMPRE E COMUNQUE!!!!!!!Venex ce

    RispondiElimina
  14. F O R Z A C A S E R T A N A ! ! ! !
    ONORE AI SUOI TIFOSI E I M M E N S O Amore per la maglia ROSSOBLU!!!!!
    Tutto il resto è nulla!!!
    Questo è il mio pensiero ed il pensiero che dovrebbe essere di tutti noi CASERTANI 100X100.

    RispondiElimina
  15. nel girone di ritorno le dobbiamo vincere tutte! Andremo in c2...
    forza casertana

    RispondiElimina
  16. a grottaglie per vincere....forza casertana

    RispondiElimina

Commenti soggetti a moderazione degli amministratori.