Pagine

venerdì 1 luglio 2011

ISCRIZIONI LEGA PRO: IN QUATTRO NON SI ISCRIVONO, A DIECI MANCA LA FIDEIUSSIONE

Scadeva ieri 30 giungo il termine ultimo per le iscrizioni in Prima e Seconda Divisione di Lega Pro. I primi verdetti parlano di sole cinque squadre per ora escluse dal prossimo campionato non presentando la domanda di iscrizione e fanno tutte parte della Seconda Divisione: Canavese, Rodengo Saiano, Sangiovannese e Crociati Noceto dicono addio al professionismo.
In Prima Divisione invece tutte e 36 squadre sono riuscite a depositare i 32mila euro per l'iscrizione per il prossimo anno. Il Colpo di scena a Gela dove nel pomeriggio di ieri il club siciliano aveva diffuso con un comunicato la non iscrizione e la liquidazione della società, ora mancherebbe solo la Fidejussione.
Iscrizione senza Fidejussione per ora, che non fanno dormire sogni tranquilli a squadre come: Como, Lucchese, Gela, Salernitana, Cosenza, Brindisi, Cavese, Fano,Matera e Montichiari.
Non sembrerebbero a rischio se non di punti di penalizzazione le società di Pro Patria, Vibonese e Ravenna, per il ritardo di documentazione e pagamento stipendi.
Le società di Lega Pro saranno sottoposte l’otto luglio al giudizio Covisoc, mentre il 12 luglio è il termine entro il quale le squadre escluse potranno presentare ricorso. Il 16 luglio si saprà chi è dentro e chi è fuori.

RIUNIONE CONSIGLIO DIRETTIVO LEGA PRO
Il Consiglio Direttivo della Lega Pro, che si è riunito oggi, sulla base della documentazione prodotta dai club ha certificato che 70 società, di cui 29 di 1^ Divisione e 41 di 2^ Divisione hanno compiutamente adempiuto all’iscrizione al campionato competente.
Il Consiglio Direttivo ha segnalato che le società sotto elencate non hanno presentato domanda di iscrizione:

Società di 1^ Divisione: Nessuna

Società di 2^ Divisione
1. F.C. Canavese S.r.l.
2. Crociati Noceto S.r.l.
3. A.C. Rodengo Saiano S.r.l.
4. A.C. Sangiovannese 1927 S.p.A.

Altre società hanno presentato la domanda di iscrizione non completa per cui sono in corso delle verifiche.

Queste sono:

Società di 1^ Divisione
1. A.S. Atletico Roma F.C. S.r.l
2. Calcio Como S.r.l. (manca la fideiussione)
3. U.S. Foggia S.p.A.
4. Gela Calcio S.p.A (manca la fideiussione)
5. A.S. Lucchese Libertas 1905 S.r.l. (manca la fideiussione)
6. Ravenna Calcio S.r.l.
7. Salernitana Calcio 1919 S.p.A. (manca la fideiussione)

Società di 2^ Divisione
1. Alma Juventus Fano 1909 S.r.l. (manca la fideiussione)
2. F.B.S.D. Brindisi 1912 S.r.l. (manca la fideiussione)
3. S.S. Cavese 1919 S.r.l. (manca la fideiussione)
4. Cosenza Calcio 1914 S.r.l. (manca la fideiussione)
5. A.C. Ebolitana 1925 S.r.l.
6. F.C. Matera S.r.l. (manca la fideiussione)
7. A.C. Montichiari S.p.A. (manca la fideiussione)
8. U.S.D. Sanremese Calcio 1904 S.r.l
9. Catanzaro Calcio 2011 S.r.l.

1 commento:

  1. vecchioultrarossoblu2 luglio 2011 12:25

    Falsi moralisti e bigotti…
    Falsi moralisti e bigotti! queste sono le esclamazioni che mi sono venute spontanee questa mattina quando ho letto degli articoli che riportavano: “Dopo tante voci e trattative in corso con varie piazze per il titolo di serie D della Capriatese che era stato accostato anche a Marcianise, nella giornata di ieri da quanto si apprende dal portale resport.it l’accordo è stato raggiunto nella città di Nola… Dunque mettiamo fine a questa vicenda che nel mese scorso aveva stuzzicato la fantasia dei tifosi gialloverdi dopo aver udito di un forte interessamento della classe politica locale all’acquisizione del titolo della Capriatese per far ripartire Marcianise in una serie consona alla nostra tradizione.” Ed ancora “UFFICIALE MARCIANISE IN ECCELLENZA La società del presidente D’Anna ha infatti rilevato il titolo del Real Volturno e a partire da settembre parteciperà al campionato di Eccellenza”.
    Ma come ci avete attaccato in tutti i modi, con le frasi più offensive di questo mondo, ci avete fatto la morale del tifoso perfetto, quello che non tocca i titoli altrui, quello che preferisce morire senza calcio e adesso? Leggo che vi si è stuzzicata la fantasia al solo pensiero di portare il titolo della Capriatese a Marcianise? E non contenti per non esserci riusciti siete andati a sradicare il titolo del Real Volturo, perché loro non erano degni di morire con il loro titolo fra le braccia? come volevate ed avete fatto voi? Come adesso gioite mentre c’è chi soffre per aver perso la propria squadra di calcio? Ma perché con le vostre forze non eravate in grado di risalire? Tutti concetti rinfacciatici qualche mese fa e adesso?..
    Ognuno può fare le sue considerazioni e dire quello che vuole, io indignato da tanta falsità e opportunismo voglio rivolgermi al popolo Casertano, a quello che è stato accusato di ingolosirsi dei titoli altrui e dopo cotante morali si è anche passato la mano sulla coscienza per poi convincersi che forse è vero la fede dei tifosi esiste e non va calpestata, si proprio a Voi che avete sofferto per anni! Ne avete viste e sentite di tutti i colori… Sappiate Unirvi e come un carro armato passare sopra tutto e tutti pur di raggiungere il proprio scopo, schiacciate i falsi moralisti ed i bigotti, le loro voci non devono far eco nei nostri cuori perché dettate dall’invidia e dalla malignità, siete stati signori, fin troppo, anche con chi palesemente ci prendeva in giro, adesso Basta! Aprite gli occhi siamo in un mondo in cui dominano regole spietate ed i teneri di cuore vengono spazzati via, traiamo insegnamento dai trattamenti e dalle vigliaccherie di paesi che quando è conveniente attingono dal nostro territorio, per poi ritrovare una loro “identità” nel momento di dare… questa gente non deve più accostarsi alla nostra amata Città, questa gente deve vivere e morire con la loro identità!...
    Noi siamo Caserta il capoluogo, devono prostrarsi alla nostra sovranità e non devono mai più permettersi, che siano loro marcianisani o aversani, a farci la morale a Noi, perchè sia ben chiaro sono stati i vari Spezzaferri e Bizzarro a bussare alla porta di Caserta perché consapevoli di stare facendo calcio in una realtà insignificante e mai Caserta ad andare a bussare e disturbare dove già c’era una realtà consolidata.
    Alexander

    RispondiElimina

Commenti soggetti a moderazione degli amministratori.