Pagine

giovedì 24 settembre 2015

Continuano a mettere i bastoni tra le ruote

Le parole del Presidente Corvino:
“Come mi sento? Amareggiato“, esordisce subito dopo essere stato da noi sollecitato a fornire un commento sull’accaduto. “Non voglio nemmeno far polemica perché, onestamente, non dobbiamo star qui a criticare o attaccare questo o quel dirigente, questa o quell’istituzione comunale. La lettera è talmente stupida, talmente disinformata, talmente insulsa da non meritare alcun commento specifico. Noi abbiamo pagato regolarmente le cifre poste a nostro carico. L’abbiamo fatto prima della partita col Lecco, l’abbiamo fatto prima della partita col Melfi e l’abbiamo già fatto, al di là di quello che scrive Iovino, anche in questi giorni, in vista della partita di sabato. Ciò vale per l’uso del campo e per l’uso dell’illuminazione. Per quanto riguarda poi i famosi arretrati – sottolinea Corvino – la situazione è talmente evidente che quando, alcune settimane fa, sono stato cordialmente ricevuto da uno dei commissari prefettizi, questi ha convenuto con me che le cose in disordine non riguardavano solo la mancata corresponsione da parte della Casertana, di alcuni canoni per l’utilizzo dello stadio per le partite del campionato, anzi, si è ben compreso al comune di Caserta che quel tipo di atteggiamento da parte nostra era legato alla totale inadempienza del comune rispetto ad obblighi assunti contrattualmente.”
Cosa succederà dopo la partita di sabato? “Succederà che ci siamo rotti le scatole. Questa è una città incredibile, che si fa del male ogni giorno da sola. Questo funzionario del comune, questo Iovino, arriva da Aversa con l’obiettivo di affondare la Casertana e Caserta anche se su quest’ultimo argomento, su certe prodezze di Iovino ai tempi di Petteruti, non mi va di tornare in questa sede. Per cui, stando così le cose, quella di sabato sarà l’ultima partita che la Casertana giocherà al Pinto. Parlerò anche con Giovanni Lombardi e credo che, a questo punto, sia inevitabile giocare fuori da Caserta anche le partite interne.“

COMUNICATO STAMPA: 
Nonostante i tanti sacrifici posti in essere dalla Casertana F.C. per la manutenzione ordinaria dello stadio ‘Pinto’, con particolare riguardo per il manto erboso, recuperato alla piena efficienza grazie all’impegno economico del club, affidatosi a ditte specializzate del settore con conseguenti costi a proprio carico per oltre € 100.000, considerati gli inadempimenti dell’Amministrazione comunale (a cui competeva tale servizio) e nonostante tutti i lavori di pulizia e allestimenti delle panchine e degli spogliatoi anch’essi effettuati dalla società sportiva con spesa prossima ad € 150.000, visto l’inadempimento sempre dell’Amministrazione comunale (documentati nel dettaglio all’ente comunale); nella giornata odierna ci si è visti recapitare una richiesta ufficiale da parte del Comune di Caserta “a contenuto chiaramente estorsivo”, a firma dell’ing. Marcello Iovino, in cui si intima il pagamento anticipato di circa 3.200 euro per l’utilizzo dell’impianto in occasione della partita Casertana-Matera, in programma il prossimo sabato 26 settembre alle ore 18. In caso di omesso versamento di tale somma, la Casertana si vedrebbe interdetto l’ingresso allo stadio ‘Pinto . Alla luce di ciò, la Casertana F.C. ci tiene a precisare che non intende assolutamente sottostare a tali richieste, imbarazzanti per modalità e tempistica. La società pertanto, nel rappresentare che se il comune impedirà sabato prossimo la partita di calcio con il Matera si assumerà tutte le responsabilità per la perdita della gara a tavolino e per i danni agli sportivi abbonati, già da ora chiederà di denunciare agli organi competenti ed alla pubblica opinione questi gravissimi atti a dir poco sconcertanti nei modi e nelle forme.Ci si riserva di agire in tutte le sedi competenti, al fine di evitare comportamenti immorali e illegittimi dell’Amministrazione comunale.

Casertana Football Club

9 commenti:

  1. Cara societa non distrugete la casertana da parte di tutti i tifosi casertani . Questo signore di aversa deve lasciare caserta o lo faremo andare via noi tifosi casertani non molleremo.

    RispondiElimina
  2. Cosa viene avevo detto a proposito do ostilità nei confronti della casertana? Siamo finiti sulle cronache mediatiche nazionali. Lettera del comune raccapricciante equivale a una ingiunzione di sfratto nei confronti di disonesti che non pagano l'affitto. Il dott Giovine deve sapete che a un affitto deve corrispondere un servizio efficiente. Ma ha avuto modo di vedere le condizioni del campo degli spogliatoi e dei cessi messi dispozione delle vecchie amministrazioni comunali di merda prima che intervenisse vela casertana? Il dott Iovino con quella lettera arrogante e minatoria si è messo nei pasticci e l'unico modo x recuperare dignità è quello di DIMETTERSI chiedere scusa a città e tifosi e spiegare se tutto ciò come tanti presumano derivino da imput politici e fare NOMI e COGNOMI. Questa squallida vicenda fa capire una volta x tutte i motivi dei 20anni merda trascorsi dalla casertana. Corsaro rossoblu

    RispondiElimina
  3. Ma avete letto la lettera di questo cretino? Emerge da un lato l'ignoranza di questo soggetto che dovrebbe essere ingegnere, ma che secondo me non ha fatto nemmeno le scuole elementari, dall'altra la cazzimma a volere il male di noi casertani. Ma questi magnacci vengo assunti al comune con quale criterio? Perché messi li dalla camorra? Ora capiamo lombardi, di cui ammetto di avere criticato, ma questi politicucci locali gli avranno fatto marcire il fegato. Ragazzi non molliamo, quest'idiota se ne deve tornare da dove è venuto.

    RispondiElimina
  4. tifosi casertani una cosa dobbiamo fare andare sotto il comune e farci sentire se no quelli fanno quello che vogliono rompiamoci il culo dove sono gli ultra sempre forza casertana

    RispondiElimina
  5. Il tempo è galantuomo. Ore 11:15 il presidente e l'azionista di maggioranza sono scesi dal comune. Tutto O.K. Buona partita a tutti. Qualcuno faccia il mea culpa e si ricreda.

    RispondiElimina
  6. Normanno 100x10025 settembre 2015 19:51

    Stavo leggendo i commenti della vostra questione stadio, e mi trovo costretto ad intervenire, rispondendo in particolar modo a chi nel post precedente ci offendeva. Come vi siete permessi di offendere Aversa e gli aversani? Iovino cosa ha fatto di male? Ha detto che per l'affitto domenicale del Pinto bisogna pagare 3200 €, anziché 77 € come invece ha fatto il vostro presidente. Cosa ha fatto di male? La volevate fare franca pagando solo 77 € a fronte dei 3200? Ecco perché il Comune è in dissesto finanziario. Magari a Caserta il vostro Comune prima faceva cosí, perciò siete stati commissariati.
    E Iovino non ha fatto altro che far rispettare un pagamento amministrativo.
    E SAREMMO NOI I CAMORRISTI?
    Come mai il nostro sindaco non è stato mai indagato, mentre il vostro è finito addirittura al gabbio?
    Vi lamentavate del vostro vecchio presidente che piangeva, ma mi sa che questo ha preso la stessa via.
    Poi voglio vedere quando verrete ad Aversa a giocare le vostre partite casalinghe, vusto che sabato avete detto che saluterete definitivamente il Pinto.
    E un'ultima cosa: sabato avete anticipato l'orario della partita per giustificare la notte rosa, ma lo sappiamo che alle 20:45 preferite vedere il Napoli.
    Noi ad Aversa SOLO LA NORMANNA. Indipendentemente dalla categoria.
    Saluti.

    RispondiElimina
  7. Al comune non disturbare piu la casertana perche la prossima volta sara guerra . Sta al comune decidere l asciateci in pace. Forza casertana .

    RispondiElimina
  8. Matteo via Acquaviva26 settembre 2015 20:03

    Eccoci qua. Un po' alla volta stiamo scoprendo la vera essenza di questa Casertana, e lo dico a chi osannava Romaniello e a chi sperava addirittura in una promozione diretta: 2 miseri punti nelle due ultime partite.
    Oggi ho visto su Sportube Martina-Lecce: il Lecce ha giocato da schifo e ha pareggiato solo a tempo scaduto. Praticamente ha giocato allo stesso modo con noi, ma noi, soliti buonisti: "Ah, no, tornare da Via del Mare con un pareggio va piú che bene". Ma per piacere: dovevamo vincere.
    Per non parlare di oggi: abbiamo giocato per piú di un'ora con un uomo in piú, e non siamo riusciti a vincere nemmeno cosí.
    Mi rivolgo a quelli che dicono che quest'anno la Casertana è piú forte di quella dell'anno scorso... magari sarà cosí, come dite voi, ma con Romaniello non si va da nessuna parte.
    E comunque me ne frego se quest'anno puntiamo alla salvezza o alla promozione: all'ultima giornata, ogni minimo punto sarà fondamentale (vedesi posto playoff perso l'anno scorso per un punto).
    Quanto a quegli sciocchi che dicono che anziché guardare la realtà preferiscono fare una caccia alle streghe, prendendosela con i gufetti che criticano SPORTIVAMENTE Romaniello, non dò risposta: il tempo mi darà ragione.

    RispondiElimina
  9. E una grande casertana purtroppo siamo stati sfortunati ma siamo sempre primi ci rifaremo. Ricordo l appuntamento per sabato alle 11:00 davanti allo stadio per la manifestazzione contro a questo comune di ladri vi raccomando non mancate. Forza casertana.

    RispondiElimina

Commenti soggetti a moderazione degli amministratori.