Pagine

lunedì 9 luglio 2012

Casertana: la settimana decisiva (LA SETTIMA E L'ULTIMA)

CASERTANA: TUTTI LA VOGLIONO E NESSUNO SE LA SPOSA!!!
Due anni fa doveva essere la REAL CASERTANA: una mutazione genetica scaturita dalla fusione tra Real Marcianise e Casertana.
L'anno scorso doveva essere la volta della CASERTANA NORMANNA, una sorta di guazzabuglio tra Casertana ed Aversa Normanna.
Quest'estate, invece, si è parlato tanto di SUPERCASERTANA: il capolavoro dei capolavori. La "Lega della Giustizia" al gran completo, con tutti i suoi supereroi intenzionati (a parole) a rilevare la società, e farle fare un campionato da protagonista.
L'epilogo è sempre lo stesso: chi per un motivo, chi per un altro, chi con delle scuse patetiche, chi con delle motivazioni ridicole, si è tirato fuori dalla trattativa.
E questo è l'ennesimo teatrino che si è svolto ai danni della Casertana, o, a seconda dei punti di vista, l'ennesimo tentativo di salvarne il destino. E mi sono limitato a queste ultime vicissitudini, tralasciando la volta in cui è stato proposto l'azionariato popolare, quella volta in cui si tentò la fusione con la Lodigiani, etc.. etc...
IN O OUT: volenti o nolenti, è questa la settimana decisiva. Nelle passate settimane, il lunedì era il giorno preposto, tra le parti ed il Sindaco, per riunirsi ad un tavolo, ed instaurare la trattativa. Il tutto avveniva nella più assoluta tranquillità, e terminava con l'auspicio di buoni propositi da parte di tutti. Salvo poi far morire la cosa lì, e riprenderla solo il lunedì successivo. Stavolta andrà diversamente: in giornata bisogna definire il futuro della squadra, perché c'è una scadenza da rispettare:
12 luglio 2012 (giovedì) ore 12:00 - è il termine perentorio entro il quale le società dovranno presentare regolare domanda di iscrizione al campionato di LND 2012/2013.
LA CITTA'
Ieri mattina: fuori lo stadio Pinto, in occasione di una manifestazione organizzata per l'occorrenza, un nutrito gruppo di tifosi ha incontrato il Sindaco, chiedendo delucidazioni veritiere sulla situazione societaria. Il Primo Cittadino ha dato risposte rassicuranti, dicendo che "a Caserta il calcio si continuerà a fare". Non ha detto però a che livelli, e soprattutto che fondo di verità c'è, visto che è un mese che continua a ripetere che "la trattativa è a buon punto, che sarebbe sorta una grande squadra", e invece siamo arrivati a luglio più morti che vivi.
L'appuntamento per oggi: convocato ufficialmente un incontro definitivo, alle ore 16:00 a Palazzo Castropignano (sede del Comune di Piazza Vanvitelli). TUTTI I TIFOSI sono tenuti a presenziare all'evento, per far capire alla "casta" che la Casertana è dei casertani, la Casertana siamo noi.
Emiliano

12 commenti:

  1. capito!!!!!! se tutto va bene un altro anno di transizione,e ci dovremmo dire pure grazie di non aver fatto scomparire il calcio,cosi per il 21 anno a confrontarci con i paeselli di merda.

    RispondiElimina
  2. Di Vico, almeno questa volta, cagnat 'a cammis.

    RispondiElimina
  3. In pratica la Casertana è un malato terminale. Oggi decideranno se tenerla in vita un altro anno, senza ambizioni, senza progetto, aspettando lo sceicco bianco dell'anno prossimo.

    RispondiElimina
  4. Verazzo alla fine iscrive la casertana alla serie d! Alla fine dira' ho salvato il calcio a Caserta,e pretedende di essere anche ringraziato! Campionato di transizione, senza ambizione tanto che se ne frega con la casertana si scarica l'iva della sua attivita' di costruzione! Di vico e pascarella con "qualche" sponsor faranno calcio con l'intercasertana in eccellenza e chiederanno di giocare il sabato al pinto! Questo e' tutto! LA FEDE DI UNA CITTA' RICATTATA DAI VOSTRI AFFARI! VERGOGNA!

    RispondiElimina
  5. Oggi ci sarà la rappresentazione teatrale de "I miserabili":
    Del Gaudio chiederà l'elemosina a Corvino di fare la fideiussione per l'iscrizione;
    Di Vico chiederà un maxisconto a Veazzo per comprare la Casertana a 999,99 euro (siamo in tempi di saldi);
    Bizzarro (se c'è) dirà che seguirà solo se lautamente compsensato;
    la Cedi-Sigma venderà i prosciutti in promozione, e chiederà a tutti i tifosi di fare la tessera punti;
    i strunz simm sempr noje.

    RispondiElimina
  6. Ricky Casolla9 luglio 2012 15:12

    Ma la Sigma e Bizzarro perché dovrebbero tirarsi fuori (anche se non sono mai entrati)?
    Il problema sarebbe solo di Di Vico e Pascarella, che vorrebbero comprare la società, e non si mettono d'accordo sul prezzo.
    Ma Bizzarro, non aveva detto che avrebbe gestito l'area tecnica, indipendentemente da chi fosse stato proprietario?
    E la Cedi-Sigma, non aveva detto che se non avesse acquistato quote societarie, avrebbe comunque fatto da sponsor?

    RispondiElimina
  7. Quella della Lodigiani me la ricordo anche io, ma stiamo parlando di lustri e lustri fa.

    RispondiElimina
  8. qui tutto tace....

    RispondiElimina
  9. sistematicamente ripropongo questa:

    http://www.youtube.com/watch?v=-Ff9bnZMYeI

    in questa intervista si comprendere realmente perchè Verazzo non vuole (perchè se volesse potrebbe tranquillamente farlo) fare calcio ad alti livelli.
    Ergo non ha appoggi che lo facciano lavorare "seriamente" sulla piazza di Caserta.

    Ragazzi io la vedo così... Del Gaudio ha una sua corrente politica con alla sua base determinati personaggi che evidentemente non vanno d'accordo con Verazzo.

    Almeno tra di noi diciamocelo che sulla Casertana ci sono interessi molto più grandi di un semplice investimento per un campionato a vince di serie D e forse forse anche di un investimento per una serie C.

    RispondiElimina
  10. EMILIA'....ANKE SE NON COMMENTO MAI...TI SALUTO AFFETTUOSAMENTE E TI RINGRAZIO SEMPRE X I TUOI POST SEMPRE ALL ALTEZZA DI ESSERE LETTI!!!!VENEX CE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Paoletto, sono io che ringrazio te.
      Tieni presente che sono 20 anni che ho sul pc un post già pronto per il ritorno della Casertana tra le big.
      Appena ci riusciamo, lo pubblico.

      Elimina

Commenti soggetti a moderazione degli amministratori.