Pagine

venerdì 6 aprile 2012

UFFICIALE: Campania - CASERTANA a porte chiuse


Problemi di ordine pubblico e carenza dell'impianto di Piscinola avrebbero fatto scattare l'allarme in Prefettura che starebbe disponendo in questi istanti di chiudere i cancelli del Dietro la Vigna. Sarebbe questa una clamorosa decisione che priverebbe agli sportivi di poter assistere ad un incontro di calcio e un danno economico non di poco conto per le casse del Campania. A pagare dunque sarebbe soprattutto la società di De Micco che ancora una volta si trova a fare i conti con un impianto inadeguato.
IO AGGIUNGO... POI LO STADIO DELLA CASERTANA E' QUELLO CHE HA PROBLEMI...
ANDATE A FARE IN CULO.
PER NON PARLARE DI QUEST'ALTRO CRETINO DEL PRESIDENTE DEL CAMPANIA:

Campania, De Micco accusa: "Ci penalizza giocare senza tifosi"

DICO IO: MA QUESTO STA BENE? MA SA CHE SAREMMO STATI PIU' DI LORO E CHE AVREMMO GIOCATO IN CASA. TANTI OSPITI IN QUEL CAMPETTO NON LI AVREBBE MAI VISTI.

QUESTO E' L'ARTICOLO E LE SUE PAROLE...

L’ASD Ctl Campania comunica che l’incontro di calcio Campania-Casertana, valido per la trentesima giornata del campionato di Serie D, in programma domani a Napoli, campo comunale ‘Dietro la Vigna’ alle ore 15, si giocherà a porte chiuse per motivi di ordine pubblico. La comunicazione è arrivata in tarda mattinata dalla Prefettura di Napoli: troppo piccolo l’impianto di Piscinola per ospitare i quasi mille tifosi della Casertana che avrebbero voluto seguire la propria squadra nel capoluogo campano. “Il Campania prende atto senza alcuna polemica della decisione - sottolinea il presidente Giovanni De Micco - anche se voglio puntualizzare che mai nessun problema di ordine pubblico si è verificato fuori e dentro la nostra struttura. Considerando che la partita molto probabilmente verrà trasmessa in diretta tv nella zona di Caserta si poteva almeno consentire l’ingresso ai nostri sostenitori. Giocare a porte chiuse non è mai piacevole anche perché lo spettacolo del tifo è la cosa più bella del calcio. Ripeto, comunque, che accettiamo senza alcuna polemica anche perché si tratta di una scelta presa dalle autorità locali”. Una scelta inevitabile, dunque, a 24 ore dalla partita, dopo la segnalazione della Questura di Caserta di un probabile esodo di circa mille sostenitori. “Certo giocare senza il sostegno dei nostri tifosi un po’ ci penalizza: noi, però – spiega il patron - abbiamo preferito restare a Piscinola anche per dare maggiore regolarità al campionato, visto che finora chi ha affrontato il Campania in trasferta lo ha fatto sempre sul terreno di gioco del ‘Dietro la Vigna’. Sarà una sfida comunque bellissima tra chi spera ancora di vincere il campionato e chi come noi, invece, punta ad accedere ai play off: mi aspetto molto dai miei ragazzi, voglio che in campo scendano dei veri ‘guerrieri’ ”.

10 commenti:

  1. ma quale cantina frequenta!!!!!! ditegli che il vino non è buono a questo signore? Ai ragazzi dico: noi vi saremo vicino con il cuore.

    RispondiElimina
  2. Ma la fa vedere in TV?

    RispondiElimina
  3. io dico solo che non mi piace il clima che si sta creando, un arbitro barese, un presidente che se la canta e se la suona da solo; ma se giocavamo a Frattamaggiore per esempio, lui faceva l'incasso e noi ci guardavamo la partita...
    e la nostra società? non ho ancora sentito un commento ufficiale...
    sapete che vi dico? io non mi fido, allora o dietro il muro o sui palazzi o sottoterra domani chi può andiamo a Piscinola e facciamoci sentire...
    la C è nostra e non si tocca!
    Roberto

    RispondiElimina
  4. !!!!!ANDIAMO LO STESSO TUTTI A PISCINOLA.....MA KI TEN I PALL E C RICR QUALCOS!!!!!!NUIE SIMM A CASERTAN!!!!!TUTTI A PISCINOLA CON O SENZA DIVIETO!!!!!!!!!!DOMANI COMANDIAMO NOIIIIIII!!!!!!

    RispondiElimina
  5. MA QUALI 1000....SAREMO STATI ALMENO IN 2000!!!!!!!!ORA KE CE L AVETE VIETATA ANDREMO CIRCA IN 1000!!!!!TUTTI A PISCINOLA!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. ....DELLA QUESTURA NON AVRO' PAURAAAAAAAA.....E ROSSOBLU' E IL COLORE DEL MIO CUOR!!!!!!!!!!LA CASERTANAAA.....LA CASERTANAAAAA.....TI SEGUIRO' OVUNQUE TU MI PORTERAI......!!!!!ANCHE A PISCINOLA!!!!!JAMM U STESS UAGIUUUUUUUUUU' KIST E L ANN NUOSTR!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. DE MICCO amico del PECCO! cambia cantina dacci i tre punti e vafammoc

    RispondiElimina
  8. E già domenica scorsa non hanno fatto venire quelli di Ischia.
    E adesso non ci fanno andare a Napoli.
    E con Turris e Casarano non ne parliano.
    Un messaggio ai Piani Alti del calcio, delle Prefetture, etc...: sentite, dall'anno prossimo tutte le partite fatele on-line, così risolviamo tutti i problemi.
    Giocheremo a Fotball Manager ogni domenica.
    Ma fatemi il piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vieteranno anche quella

      Elimina
  9. nel 2013 ci saranno le trasferte vietate anche a fifa o pes!!!!!!NO AL CALCIO MODERNO!!!

    RispondiElimina

Commenti soggetti a moderazione degli amministratori.