Pagine

mercoledì 5 aprile 2017

Siracusa - Casertana 2-1

SIRACUSA: Santurro, Malerba, Diakitè, Catania, Spinelli, De Silvestro, Valente (87’ Dentice), Brumat, Palermo (68’ Giordano), Persano (58’ Azzi), Cossentino. A disp.: Gagliardini, Longoni, Russo, Toscano, Nania. All.: Andrea Sottil
CASERTANA: Ginestra, Finizio, Giorno (74’ Colli), Lorenzini, Magnino (60’ Corado), De Marco, Ramos, D’Alterio, Carriero, Cisotti (68’ Ciotola), Orlando. A disp.: Fontanelli, Simone, Diallo, Petricciuolo. All.: Andrea Tedesco
Arbitro: Nicoletti di Catanzaro. Assistenti: Elkhayr di Conegliano e Lenarduzzi di Merano.
Marcatori – De Silvestro (S), Giorno (C), Catania (S).
Ammoniti – Giorno (C), Catania (S), De Marco (C).

Onore ai 25 casertani presenti che, prima, durante e dopo la partita, si sono dovuti sorbire un fitto lancio di pietre e bombe carta da parte dei sostenitori siracusani. Il tutto sotto gli occhi delle forze dell'ordine che non hanno mosso un dito. Fosse successo a Caserta, partita sospesa e in settimana una pioggia di denunce.  Per il resto nessun scontro o tafferugli.

12 commenti:

  1. Sti soldi per fare i play off forse sarebb meglio aspettare la fine del campionato x investirli nel mercato,nn mi lamento della squadra ma se ci qualifichiamo affronteremo realtà molto più organizzate di noi nn per niente ma ci siamo arripigliati troppo tardi e se devo essere sincero sto in pensiero x domenica il presidente vuole il sesto posto da una squadra costruita x salvarsi e mi può pure stare bene ma,e mi rivolgo a dirigenti e giornalisti,nn illudere la gente che possiamo fare i play off x farla venire allo stadio,Era meglio restare con i piedi x terra e. Nn cambiare il progetto, quest'anno si salva club e squadra e l'anno prossimo si fa sul serio,voglio salutare con ammirazione e rispetto i fedelissimi che hanno seguito la squadra a Siracusa rischiando le pietrate,meritano una squadra molto più competitiva,Rilancio il mio appello a dirigenti e giornalisti: NOn ILLUDETE le persone,a Caserta ci tengono,preside' fate le cose come si deve e vedrete come si riempie lo stadio,Spero di essermi spiegato bene e voglio chiarire che Nn voglio offendere nessuno,buona giornata e forza CASERTANA

    RispondiElimina
  2. degni compari di quelli là!!!

    RispondiElimina
  3. Forza elefante. Falco merda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. De Laurentis rosicone6 aprile 2017 21:05

      Imbecille, qui non si parla di altre squadre.
      GRANDE HIGUAIN! Gonzalo vi ha purgato ancora.
      Forza Casertana e forza Juventus.
      NOI NON SIAMO NAPOLETANI!

      Elimina
    2. Non si parla di altre squadre e parli della Juventus? E gli altri sarebbero imbecilli? Tu oltre che imbecilli devi essere pure tossico, gran Cunnutu e puppu. Forza Catania.

      Elimina
    3. Saremo pure cornuti ma attenzione che da casertano che vive a Bologna ti dico che le vostre paesane qua altro che a studiare vengono a prendere un sacco di pesce capiscisti grandissimo fetuso e pure jarruso

      Elimina
    4. E volevo aggiungere che quando è sceso garibaldi in Sicilia vi siete messi subito a pecora mentre in Campania i piemontesi hanno avuto filo da torcere,Povero Francesco,tradito dal suo popolo....

      Elimina
  4. Aiutiamo la casertana ma metti i prezzi popolari i Fognini li fai venire gratis Grazie presidente sei unico

    RispondiElimina
  5. Ah, bene,questa poi è veramente eccezionale,bel rispetto x chi segue i falchi in trasferta

    RispondiElimina
  6. Chi sarebbero i fognini, e perché dite che è gratis?

    RispondiElimina
  7. Come Palermo voi siete come Palermo come Palermo voi siete come paleeeeeeeermooooooooo

    RispondiElimina
  8. Oggi, sabato 8 aprile 2017, ne approfittiamo per fare una ricorrenza: esattamente il 9 ottobre di 14 anni fa, se ne andava Walter Valdi, grande cabarrettista milanese.
    Artista di una verve straordinaria, forse non è stato riconosciuto a livello nazionale come invece avrebbe meritato. In un mondo, in quel tempo, dove dovevi fare anni ed anni di gavetta per avere notorietà al Derby, e forse farti riconoscere per tutta Milano; mentre oggi, grazie ad Internet ed alle varie tv, basta fare il coglione ad "Uomini e donne", per essere riconosciuto in tutta Italia.
    Che mondo di merda che è diventato.
    Ciao Walter, non ti dimenticheremo.

    RispondiElimina

Commenti soggetti a moderazione degli amministratori.